Nord America e Area del Pacifico

Nel 2013 il Nord America e l’Area del Pacifico17 hanno generato ricavi di vendita per $ 2.759,3m, in aumento dell’1,1% rispetto ai $ 2.730,0m del precedente esercizio, con il seguente andamento per canale: 

Nord America e Area del Pacifico

(m€)Esercizio 2013Esercizio 2012Variazione
Aeroporti 2.264,6 2.237,1 1,2%
Autostrade 440,4 433,2 1,7%
Altri 54,3 59,8 (9,1%)
Totale 2.759,3 2.730,0 1,1%
 

Su base comparabile18 i ricavi negli scali statunitensi19 sono aumentati dell’8,9% rispetto a un traffico cresciuto dell’1,5%20. L’ottima performance rispetto al traffico è riconducibile sia a un maggior numero di transazioni sia soprattutto alla crescita dello scontrino medio, ottenuta grazie all’inserimento di nuovi concetti con offerte più ricche e a mirate attività commerciali. L’incremento complessivo delle vendite del canale aeroportuale è stato dell’1,2%, significativamente inferiore rispetto alla crescita su base comparabile, a causa della cessione del ramo Retail aeroportuale nordamericano avvenuta nel quarto trimestre 2013 e dell’uscita da alcune location e della riduzione degli spazi commerciali negli aeroporti di San Diego, Los Angeles, Atlanta, Phoenix e New York JFK, dopo i rinnovi degli anni precedenti.

I ricavi sulle autostrade statunitensi sono aumentati del 7,2% su base comparabile a fronte di un traffico in calo dello 0,2%21, mentre complessivamente la crescita dei ricavi del canale è stata pari all’1,7% per effetto del mancato rinnovo del contratto della Maryland Turnpike, solo in parte compensato dalle aperture sulla Ontario Turnpike canadese.

Le vendite negli altri canali registrano un calo del 9,1% rispetto all’anno precedente, per effetto dell’uscita dai contratti di alcuni centri commerciali.

In Nord America e Area del Pacifico l’EBITDA è risultato pari a $ 299,5m, in aumento del 2,7% rispetto ai $ 291,5m del 2012, con un’incidenza del margine sui ricavi pari al 10,9% rispetto al 10,7% dell’esercizio precedente. Il miglioramento della redditività beneficia principalmente della riduzione dei costi generali e amministrativi. Il risultato include costi di ristrutturazione per $ 3,9m ($ 5,3m nel 2012). Escludendo tali oneri non ricorrenti e la cessione delle attività US Retail, la crescita dell’EBITDA sarebbe stata pari al 3,7% e l’incidenza del margine sui ricavi pari all’11% nel 2013.

 

 

17. I risultati dell’area, comprendono anche il business nell’aeroporto di Amsterdam Schiphol, le attività in Australia, Canada, India,
Malesia, Emirati Arabi Uniti, Turchia, Nuova Zelanda, Singapore e Vietnam
18. A parità di punti vendita e di offerta
19. Rappresentano circa l’80% dei ricavi del canale
20. Fonte: Airlines for America, gennaio-dicembre 2013
21. Fonte: Federal Highway Administration, gennaio-dicembre 2013 (tratte di presenza del Gruppo